Alcol e sport

Posted by Elena Casiraghi 18 marzo 2014 1 Comment 3845 views

birra e sport

C'è chi l'aperitivo lo fa per sport e chi dopo lo sport fa l'aperitivo.

Eh già. Perchè dopo tutto, quando la stagione si fa buona, cosa c'è di più gratificante di una birra chiara e fresca dopo l'allenamento, meglio ancora se in compagnia?

E c'è anche chi il terzo tempo a base di birra lo fa per sport. E per cultura. Come i rugbisti.

Ma se fino ad ora si conoscevano bene gli svantaggi dell'alcol assunto prima, durante e soprattutto dopo l'attività sportiva, oggi si sa ancora di più.

L'alcol infatti ha un'elevata capacità diuretica: contribuisce all'eliminazione dei liquidi corporei e dei sali minerali. E questo non è cosa buona se desideri reidratarti dopo un'attività come ad esempio una corsa o una pedalata -o entrambe le cose abbinate- che sono durate a lungo e, per di più, con elevata sudorazione.

Non è vero che gli alcolici dissetano, diciamolo, anzi, provocano l'effetto opposto, ossia favoriscono la disidratazione, aumentando la porzione di fluidi e sali minerali che il corpo elimina.

Un gatto che si morde la coda: finisco allenamento in uno stato di scarsa idratazione -se non disidratazione, bevo (bevande alcoliche) e mi disidrato ancor di più, perdendo un'ulteriore quota di acqua e di sali minerali. Appare un fenomeno quasi paradossale.

Risultato: allungo i tempi di recupero, aumento lo stato dell'infiammazione corporea e contribuisco alla disidratazione.

L'alcol poi rimane nel sangue addirittura fino a 8 ore dopo la sua assunzione.

Ma non è tutto: oltre al danno c'è anche la beffa.

La scoperta, infatti, è che da uno studio di febbraio 2014 condotto dal mitico gruppo australiano di studio sulla nutrizione sportiva di Louse Bourke e Stuart Phillips, risulta che l'assunzione di una bevanda alcolica subito dopo un allenamento di forza ne riduce la sua efficacia.

Assumere una certa quantità di alcol dopo la seduta di forza riduce -se non annulla- l'efficacia degli enzimi che sono responsabili dell'attivazione della sintesi proteica, ovvero della capacità del muscolo di crescere.

La buona notizia, se non altro, è che la diminuzione della sintesi proteica avviene solo dopo importanti assunzioni di bevande alcoliche come 2 litri di birra o 1 bottiglia da 0.75 l di vino per una donna di 55 kg che,per un uomo di 70 kg salgono a 2,5 litri di birra e 1 litro di vino.

Ad ogni modo, tanto o poco l'alcol non è mai un buon amico dell'allenamento e della fase di recupero, anzi...

Come in ogni cosa, però, ci vuole buon senso e moderazione.

Fare attenzione al momento e alla quantità di bevanda alcolica che si assume e completare le abitudini nutrizionali di recupero post allenamento prima di brindare è una buona strategia.

Completa il tuo allenamento assumendo entro 30' dalla sua fine il tuo recovery meal e reidratati assumendo acqua e sali minerali...nell'attesa di alzare il calice e brindare alla salute.

Ogni cosa -nella sua quantità- e a suo tempo.

 

BIBLIO:

E. Parr et al. Alcohol ingestion impairs maximal post-exercise rates of myofibrillar protein syntesis following a single bout of concurrent training. Plos One 9:2, 2014

 

 

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

There is 1 Comment

  1. Riccardo
    - 1 settembre 2014
      -   Reply

    Che l’alcol fosse veleno per la forma fisica ne avevo già il sospetto, ma pensavo si limitasse ad un discorso di peso/accumulo grasso. Questo articolo mi mette in crisi 🙁
    Quindi vorresti dire che dopo una sessione intensa di SFR o lavori alla soglia, bere due bicchieri di vino o mezzo litro di birra vanifica tutto l’effetto di crescita generato dall’allenamento?
    Dopo quanto tempo dalla conclusione dell’allenamento sarebbe consentito bere alcolici? Grazie

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook