Bianco…mangiar

Posted by admin 22 febbraio 2012 2 Comments 1302 views

Ho sempre sostenuto che tra i vari tipi di frutta e verdura è sempre meglio scegliere quelli colorati. Il colore, infatti, implica la presenza di sostanze benefiche, quali i polifenoli. Elementi con capacità antiossidante.

Il viola e blu, tipico della mora, dei mirtilli, delle melanzane, indica la presenza di antocianine. Il giallo e arancione degli agrumi, della zucca, dell'albicocca e delle carote indica la presenza di flavonoidi. Il verde dei kiwi, delle zucchine, dei fagiolini e degli spinaci indica la presenza di carotenoidi.

Nel colore, anche un pò di bianco ci sta bene. Quando si arreda una casa si dice che il bianco aggiunga luce. E a tavola?

Anche. Gli ortaggi bianchi sono utilissimi per la salute. La mancanza di colore, in verdure e frutta, non significa che siano privi di molecole benefiche. Essi, infatti, apportano spesso quercitina. Un potente antiossidante in grado di potenziare l'azione dei farmaci nei confronti delle cellule cancerogene. Aiuta, inoltre, ad abbassare il livello nel sangue del colesterolo cattivo (LDL). Anche se tale valore è comunque solitamente contenuto -nel senso di ridotto! - negli atleti.

Il frutto più ricco di quercitina è la mela. Quanto alle verdure finocchio, cipolla, rapa, aglio, sedano e cavolfiore. Queste ultime contengono, inoltre, sostanze solforate che permettono di evitare modifiche nel DNA (che causerebbero la formazione di cellule tumorali). Rischio che pare essere diffuso in tutte quelle prestazioni estreme, se praticate con frequenza, a partire dall'Ironman, passando per il Deca Ironman e allungando con le corse a piedi di 100 km e più.

Ma di questo parleremo in un prossimo post.

Foto da Google Images

There are 2 Comments

  1. Sara
    - 6 marzo 2012
      -   Reply

    oh…finalmente spiegato il perchè del vecchio proverbio: ”una mela al giorno…”

    • - 7 marzo 2012
        -   Reply

      …leva SportEat di torno 😉

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook