Dove mangiare per mantenere il peso forma

Posted by Elena Casiraghi 24 agosto 2015 0 Comment 1929 views

Eat good food

Mangiare 'on the go' potrebbe portare ad un aumento di peso e obesità.

Questo è quanto emerso da uno studio in cui si è dimostrato che mangiare mentre si cammina in giro porta una maggior assunzione di cibo rispetto a mangiare in altre situazioni di distrazione, come guardare la TV o avere una conversazione con un amico.

Il team dello studio ha esaminato 60 donne che sia che erano a dieta che non a dieta. Ha dato a tutte una barretta di cereali -già cibo di per sé altamente obesogenico- da assumere in tre condizioni diverse.

1. al primo gruppo è stato chiesto mangiare la barretta guardando una clip di cinque minuti della sitcom 'Friends' (Uau, te lo ricordi 'Friends'?!);

2. al secondo gruppo è stato chiesto di consumare la barretta ai cereali vagando per un corridoio ;

3. al terzo gruppo è stato semplicemente chiesto di consumarla seduti di fronte ad un amico conversando.

Dopo l'esperimento, i partecipanti hanno completato un questionario e una prova di gusto riguardo quattro diverse ciotole di snack, tra cui cioccolato, bastoncini di carote, uva e patatine. E' stato misurato quanto di questo cibo ogni persona avesse assunto.

I risultati hanno mostrato che le persone che assumevano una maggior quantità di cibo erano quelle che avevano consumato la barretta ai cereali camminando in giro. Nello specifico, si è misurato che queste persone assumevano cinque volte più cioccolato rispetto agli altri due gruppi.

Questo può essere dovuto al fatto che camminare è una potente forma di distrazione che interrompe la nostra capacità di percepire la quantità di cibo assunto durante il pasto e il suo sapore, fattore che viene compensato con un'ulteriore assunzione di cibo successiva al pasto in situazione di calma.

Ad ogni modo, anche se camminare ha avuto l'impatto maggiore, ogni forma di distrazione può portare ad un aumento di peso. Se non ci impegniamo a dedicare -e preservare- un tempo opportuno al pasto e ad assaporare gli alimenti, si rischia  di assumere successivamente una maggior quantità di cibo per compensare la gratificazione mancata.

In altre parole, anche se la frenesia quotidiana ci porta a consumare pasti furtivi con la credenza di dedicare maggiore spazio ad ulteriori impegni - o addirittura a saltarli-, è bene dedicare tempo e passione al momento del pasto, consumandolo possibilmente a tavola e senza importanti forme di distrazione.

Per preservare il peso forma, ma anche contenere lo stress psico-fisico.

 

BIBLIO:

Jane Ogden et al. Distraction, restrained eating and disinhibition: An experimental study of food intake and the impact of ‘eating on the go’. Journal of Health Psychology Ogden, August 2015.

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook