La corsa migliora la mente. Ecco come

Posted by Elena Casiraghi 10 ottobre 2016 2 Comments 2021 views

adidas-running

"Quando corro tutti i pensieri volano via" sosteneva Confucio. E come dargli torto?! Del resto correre mette al proprio posto ogni cosa. Correre, in un certo senso, è terapeutico. Ne sono convinta. Queste sono le mie prove. Quando sono triste, corro. E uno spiraglio di serenità arriva all'improvviso. Quando la mia mente è satura di compiti quotidiani, corro. E si libera. Quando sono in cerca di un'idea o di una spiegazione, corro. Ed eccola che la trovo. La corsa restituisce la fiducia che poniamo in lei. Di certo non sistema le cose. Ma senza dubbio offre il suo contributo. Che arriva saldo, preciso e puntuale.

Mi ha sempre affascinato questo aspetto della corsa. Nessun'altra disciplina è in grado di offrirmi la medesima creatività, per quanto io ami pedalare, nuotare e remare. C'è qualcosa di mistico nella corsa. Non è un caso se i monaci tibetani la utilizzano per meditare nel loro percorso che conduce all'illuminazione.

C'è qualcosa di straordinario nel movimento ritmico di mani e piedi che termina per sincronizzare anche le nostre menti. Quando corriamo raggiungiamo un livello superiore di lucidità, ci concentriamo sul qui e ora. Come può accadere questo? Quali sono i meccanismi che permettono questa "magia"? La spiegazione è presto detta. Parola di scienza.

La corsa stimola la crescita di nuovi neuroni

E' stato recentemente scoperto (2013) dai neuroscienziati che esiste un forte legame tra l’esercizio aerobico e le capacità cognitive, cioè quelle della mente. Fino a poco tempo fa, infatti, si pensava che i neuroni fatto il loro corso morissero. In realtà, il cervello genera dei neuroni nuovi durante tutta la vita. E l'attività più opportuna per promuovere la nascita di questi nuovi neuroni è proprio l'esercizio aerobico. E anche la sua intensità è un fattore che ne aumenta l'efficacia. Ancor più interessante è che molti di questi nuovi neuroni crescono nell'ippocampo, una regione del cervello legata all’apprendimento e alla memoria. Questo spiega il motivo per cui diversi studi hanno scoperto che, la corsa e l'esercizio aerobico in generale, migliorano la memoria. Di minuti ne servono almeno 40. E' tra i 30 e i 40 minuti di una corsa impegnata, infatti, che si generano nuovi neuroni.

Aumenta il flusso di sangue ai lobi frontali

I lobi frontali sono la parte del cervello "addetta" alla gestione delle emozioni e della capacità decisionale. Si è osservato che quando la corsa diviene un'abitudine, il flusso di sangue aumenta anche in queste regioni. Questo potrebbe spiegare perché dopo aver corso migliora il benessere mentale e quindi la capacità di prendere decisioni, la concentrazione e la lucidità mentale.

Correre è la più grande metafora della vita, perché ne tiri fuori quello che ci hai messo dentro.
(Oprah Winfrey)

 

Fonti:

Perchè correre libera la mente

Nokia M.S. et al., Physical exercise increases adult hippocampal neurogenesis in malerats provided it is aerobic and sustained. The Journal of physiology 594(7):1855-74, 2016.

Li L. et al. Acute aeobic exercise increases cortical activity during working memory: a functional MRI study in female college students. Psyconeuroendocrinology 39: 214-224, 2014.

Vivar C. et al. All about running: synaptic plasticity, growth factors and adult hippocampal neurogenesis. Curr Top Behav Neurosci, 15:189-210, 2013.

 

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

There are 2 Comments

  1. - 10 ottobre 2016
      -   Reply

    Buon giorno Elena, ho avuto modo di leggere l’articolo “la corsa migliora la mente”. Bello!
    È possibile sapere, oltre al tempo di 30/40 minuti a sessione, quante volte minimo a settimana bisognerebbe correre per indurre gli adattamenti cerebrali?
    Grazie

    Scilla

    • Elena Casiraghi
      - 2 novembre 2016
        -   Reply

      Buongiorno Scilla, per attività sportiva costante s’intende 3 sedute minimo settimana. Questo è la frequenza minima per ottenere minimi adattamenti circa i benefici della corsa. In altre parole un giorno sì e uno no, all’incirca. Un saluto sportivo 🙂

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook