La violenza non è uno sport

Posted by Elena Casiraghi 25 novembre 2016 1 Comment 1411 views

maxresdefault

Quando si dice violenza si pensa d’istinto a quella fisica. Ma di violenza c’è anche quella psicologica. Entrambe ti rendono vittima. Uomini vittime di altri uomini. Donne vittime di uomini. Di fidanzati, compagni, mariti. Violenze fisiche. Inaccettabili. E ancora oggi troppo diffuse. A volte, quasi scontate. Di violenza c’è anche quella di cui si parla meno. Quella che lascia meno segni. Quella che non si può vedere con gli occhi ma solo con lo sguardo del cuore. La mente vittima di altre menti. Malefiche. Forse malate. Che ti costringono in una schiavitù di dipendenza. Dalla quale sottrarti a volte sembra impossibile. Picchiare senza dubbio è un atto di violenza. E’ evidente. Ma anche minacciare e umiliare sono violenze altrettanto forti. Colpire, ferire, percuotere, avvilire, mortificare, costringere con la forza fisica o della mente è violenza. La violenza la commette anche chi davanti a questi fatti sta in silenzio. Il silenzio ammazza la dignità. E la violenza non è uno sport. Alleniamoci a guardare le donne non con gli occhi ma col cuore. E per farlo è necessario aprirlo. Non si può veder bene a occhi chiusi. Educhiamo i nostri piccoli a farlo. Così come li educhiamo allo sport. Quello vero. E alle sue sane regole.

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

There is 1 Comment

  1. ylenia
    - 25 novembre 2016
      -   Reply

    Complimenti, bell’articolo. Condivido ogni parola! Lo sport praticato sin da piccoli, fa crescere dei valori enormi e importanti, una disciplina interiore che ci si porta dentro per tutta la vita!

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook