Molla la zavorra

Posted by admin 3 maggio 2012 3 Comments 1450 views

Se il tuo peso attuale è maggiore del 5% del tuo peso forma, leggi qui.

Ad ogni chilo di peso corporeo in più sovraccarichi la tua schiena, i tuoi fianchi e le tue ginocchia fino a 3-4 kg. Significa che se il tuo peso forma corrisponde a 68 kg e attualmente sei un pochino in sovrappeso e pesi 71 kg, correrai, pedalerai, remerai e salterai con 9 kg in più.

Significa che nell'imminente ti muoverai più lentamente e a lungo andare le tue articolazioni ne risentiranno.

Per riassumere questo effetto in una parola: AHIA!

E allora qual è la soluzione?

Si tratta di perder peso. Nessuna novità. La novità però è che non tutto il peso del corpo è uguale: è necessario liberarsi del peso superfluo, la ciccia per intenderci e preservare il peso buono - la muscolatura. Solo così puoi fare del bene alla tua prestazione e al tuo organismo.

E come si fa?

Ci sono numerose strade, credimi. La più comune è quella di ridurre l'assunzione di calorie quotidiana. Ma se riduci le calorie (800 kcal) perderai sì peso ma sarai anche affamato e nervoso tutto il giorno: poche persone sono psicologicamente in grado di sopportare questa strategia. E il rischio, quasi certo, inoltre, è quello che oltre al peso in termini assoluti perderai anche una buona parte della tua muscolatura - parte preziosa del tuo motore- lasciando quasi intatta la massa grassa. Risultato: più leggero sì ma...affamato e meno prestante. Che beffa!

E quindi come puoi fare? E se eliminassimo il cibo "superfluo"? Cioè quello che non nutre il corpo - in maniera vantaggiosa- ma la gola.

Dolci, caramelle, patatine, snack vari dolci e salati, bibite zuccherine e alcolici (quelle che "vanno giù bene ma quante calorie superflue!). Pensa a quante volte al giorno ingurgiti questi alimenti senza nemmeno rendertene conto: al ristorante sgranocchi grissini nell'attesa della tua portata -sostituiscili con enne bicchieri di acqua, magari gassata- , a casa fai palline di mollica con la michetta del prestiné, dagli amici quel bicchiere di vino in più che fa andar la macchina dei ricordi e all'aperitivo..."altra bionda, ora è il mio turno!"

Inizia a tagliare ciò che non ti nutre ma che anzi ti appanna e, a lungo andare ti appesantisce.

Molla la zavorra.

Piccole rinunce. Zero sofferenza. Ci vuole solo un pò di attenzione. E ne farai una nuova abitudine. Corretta.

Tanto di guadagnato. Il risultato è sicuro: alleggerirai schiena, ginocchia e caviglie e...il portafoglio!

Credimi.

E se non mi credi...prova!

 

Foto: Google Images - Chrissie Wellington (a British Triathlete and four time World Ironman Champion 2007, 2008, 2009 and 2011).

 

There are 3 Comments

  1. margot
    - 25 agosto 2014
      -   Reply

    Ciao Elena, grandioso questo sito, l’ho scoperto solo ora, meglio tardi che mai…
    A proposito di cibo superfluo…causa infortunio sono stata ferma un paio d’anni (ho 40 anni e gioco a tennis a livello amatoriale/agonistico); in questo periodo ho messo su qualche kg. che ora vorrei buttare giù poiché ho subito danni alle ginocchia ed articolazioni varie, 7 kg. in più si sentono.
    Ho iniziato una dieta fai-da-te, ma attenzione, non di quelle da fanatica mirata al solo perdere peso, ma quella giusta, mirata a raggiungere un’alimentazione sana ed equilibrata.
    Per questo motivo c’è qualche prodotto che mi può aiutare contro la fame “nervosa”? quella che deriva da stress e simili e che ti spinge verso i “cibi superflui” come li definisci tu molto correttamente (ahimè)…?
    Grazie 1000!

  2. margot
    - 25 agosto 2014
      -   Reply

    ciao Elena!! ho scoperto solo ora questo bellissimo sito, meglio tardi che mai!!
    Ti chiedo un consiglio.
    Causa infortunio e un periodo difficile ho sospeso x un paio d’anni l’attività agonistica (tennis) e durante questo periodo ho messo su qualche kg di troppo (7).
    Ora voglio riprendere a muovermi e riprendere la forma perduta, x questo motivo ho iniziato una dieta fai-da-te, cioè una dieta sana e corretta mirata ad ottenere l’equilibrio alimentare che x un pó di tempo avevo perso (ho 40 anni, non sono una fanatica delle diete perdipesoinfretta)
    E x fare ciò ho iniziato ad eliminare i “cibi superflui” come li definisci tu correttamente.
    Puoi consigliarmi un prodotto oppure cosa fare x bloccare un pó la maledetta fame nervosa

    • Elena Casiraghi
      - 27 agosto 2014
        -   Reply

      Buongiorno Margot,
      son contenta tu sia approdata su Sporteat!!!
      La fame nervosa non è una questione di scarsa forza di volontà o di problemi legati al metabolismo, la fame nervosa è generalmente data da un eccessivo consumo di quei carboidrati definiti “raffinati” come pasta, pane, succhi di frutta, crackers, etc. oppure dal consumo di soli quelli.
      Ti consiglio di bilanciare carboidrati e proteine in ogni pasto privilegiando tra i primi quelli che vengono assorbiti più lentamente, come ad esempio la verdura. Il mio suggerimento pertanto è quello in ogni pasto di fare un piatto unico consumando un alimento a fonte proteica (privilegiando il pesce e le carni magre), verdura in abbondanza e una piccola quota di riso/pasta/pane; a seguire, eventualmente un piccolo frutto. In questa maniera il tuo corpo sarà adeguatamente nutrito e gli ormoni bilanciati. In questa maniera sarà più facile contenere la fame nervosa e consumare la massa grassa accumulata in eccesso, conservando invece quella magra. A presto e continua a seguire Sporteat!!

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook