Muscolo scheletrico: molto più che un tessuto contrattile

Posted by admin 19 giugno 2012 0 Comment 724 views

Parlo spesso di alimentazione, allenamento e recupero.

Perchè sono i principali attori della prestazione.

Molti dei cambiamenti che avvengono nel tuo corpo da atleta sono il risultato di questi processi che si verificano a livello muscolare.

Il muscolo scheletrico, infatti, si adatta ai carichi e alle intensità delle sedute. Ma si adatta assai più rapidamente al non allenamento, all'inattività (ahimè, n.d.r.). Vuoi che siano volontari o forzati da malattia o infortunio. Addattarsi e disadattarsi. Ad uno stimolo.

Ma è tutto ciò che il muscolo scheletrico sa fare?

In realtà il muscolo scheletrico è ben più di un semplice tessuto con capacità contrattile. E' stato identificato dagli scienziati come un vero e proprio organo. E' in grado di comunicare col fegato, col pancreas, con le ossa, col tessuto adiposo ("a ciccia") e col cervello. In un continuo scambio di enzimi, di sostanze e di messaggi.

E' così che il muscolo funziona. Correttamente.

Se fai attività fisica è un organo che funziona bene.

E oltre a farti sentir bene, ti fa star bene: ti difende dalle infiammazioni croniche, dall'insulino-resistenza, dall'aterosclerosi, dalla diminuzione della densità ossea e dalla degenerazione dei tessuti nervosi.

L'attività del muscolo scheletrico ti aiuta a ridurre, inoltre, il tessuto adiposo. L'inattività lo aumenta.

Il muscolo scheletrico è un organo e affinché funzioni al meglio, devi muoverti!

Quale notizia migliore?!

E allora, come cantavano i lemuri di un divertente cartone animato "move your body!"

BIBLIO:

Pedersen, B.K., Febbraio M.A. Muscles, exercise and obesity: Skeletal muscle as a secretory organ. Nat. Rev. Endocrinol. advance online publication 3 April 2012; doi:10.1038/nrendo.2012.49

FOTO: Google Images

 

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook