Che forza l’endurance!

Posted by Elena Casiraghi 19 febbraio 2013 1 Comment 2133 views

Forza nell'endurance

Se fatichi ad arrivare a fine gara e agli ultimi chilometri ti senti esaurito, allora leggi qui.

L'affaticamento è un fenomeno fisiologico che porta l'organismo a rallentare.

Quando il tuo corpo non è più in grado di compiere l'esercizio al massimo, a causa della fatica, la prestazione subisce un decremento, peggiorando. Quasi ovvio, no?!

Ciò che però non è così ovvio sono i motivi per cui accade questo fenomeno e, ancor di più, come puoi fare per prevenire l'affaticamento o, perlomeno, posticiparlo.

Si è sempre pensato che i fattori determinanti la prestazione di endurance fossero esclusivamente:

- il massimo consumo di ossigeno (VO2 max), cioè la massima capacità di consumare ossigeno da parte dei muscoli;

- la frazione di ossigeno consumata, cioè quanto ossigeno si consuma effettivamente durante lo sforzo;

- l'economia del gesto tecnico, ovvero quanto un atleta è capace di eseguire il proprio gesto tecnico senza disperdere energia inutilmente.

A questi parametri, però, è stata aggiunta la potenza muscolare.

Eh sì, hai capito bene: per resistere più a lungo devi allenare anche la potenza.

Gli studiosi dell'allenamento hanno compreso, infatti, che l'introduzione di allenamenti di forza nelle discipline di resistenza può aiutare gli atleti di endurance a diminuire la fatica muscolare. E pertanto resistere di più.

Nelle sedute di forza è bene lavorare sulla potenza del muscolo ovvero sulla capacità di spostare il più velocemente possibile il peso del proprio corpo.

Un esempio? Le ripetute di corsa in salita.

Se sei un triathleta, un maratoneta, un marciatore o un ciclista - sia da strada che da MTB- o uno sciatore di fondo, l'incremento della forza deve divenire parte integrante del tuo allenamento.

Allenare la forza dei muscoli principali ti permetterà di resistere più a lungo. 

 

 

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

There is 1 Comment

  1. Pingback Nuovo Contador ? Più salita, meno dolci | Sporteat

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook