Ansia e rischio di depressione: ci aiuta l’alimentazione

Posted by Elena Casiraghi 11 Ottobre 2023 0 Comment 162 views

Ieri è stata la giornata della salute mentale .

E se vi dicessi che ansia e rischio di depressione si possono gestire con l’ alimentazione ? Ora vi racconto a partire da come ⤵️

🍩 Più le calorie giornaliere provengono da alimenti ultra-processati, più è probabile accusare ansia e aumentare il rischio di depressione. Tutto ciò indipendentemente dal sesso, dall’indice di massa corporea, dall’età, dallo stato civile, dalla situazione di vita sociale o dal livello di attività fisica.*

🏭 Gli alimenti ultra-processati sono di origine industriale e contengono cinque o più ingredienti che nel complesso ci inducono a ricercarli attivando il circolo del piacere. I più comuni sono dolcificanti, conservanti, emulsionanti, coloranti e aromi artificiali, zuccheri e olii vegetali.

🤯 Un eccesso in particolare di grassi industriali e zuccheri attiva uno stato di infiammazione cronica che provoca cambiamenti nel cervello e così induce neuroinfiammazione. C’è di più: questi nutrienti possono alterare l’equilibrio dei batteri intestinali favorendo lo sviluppo di quelli “cattivi”, evento che influenza a sua volta il malessere cerebrale.

✅ La buona notizia? Eccola: la riduzione degli alimenti ultra processati riduce i sintomi di ansia e depressione**. Un effetto che viene potenziato anche attraverso l’adeguato consumo di grassi omega 3 che sono in grado di allenare la risposta risolutiva dell’infiammazione e ridurre l’ansia e gli stati depressivi.

Bibliografia:

*Lane M.M. et al. High ultra-processed food consumption is associated with elevated psychological distress as an indicator of depression in adults from the Melbourne Collaborative Cohort Study. Journal of Affective Disorders, Volume 335, 15 August 2023, Pages 57-66.

** Lane M.M. et al. Change in Ultra-Processed Food Consumption Moderates Clinical Trial Outcomes in Depression: A Secondary Analysis of the SMILES Randomised Controlled Trial. August 2023, pre print.

Foto: Valentina Celeste

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

Write Your Comment

Iscriviti alla mia Newsletter

* indicates required