Digiuno: benefici sì, ma a queste condizioni

Posted by Elena Casiraghi 28 Novembre 2021 0 Comment 68 views

Di #digiuno e dei suoi benefici sulla salute ne abbiamo parlato oggi al #deejaytrainingcenter. Sì, benefici, hai letto bene. La restrizione calorica infatti è in grado di allenare le cellule a funzionare al meglio e a sintetizzare le sirtuine, proteine che sono in grado di agire sul metabolismo lipidico.

Una cosa bisogna però tenere ben presente: non si deve rischiare di incorrere in carenze di alcun tipo. E a questo proposito ci viene in aiuto la ricerca scientifica, che descrive tre modalità di #digiuno meglio applicabili tenendo in considerazione anche l’età dei soggetti:
➡️ il digiuno a giorni alterni;
➡️ il digiuno intermittente 5:2, che prevede due giorni non consecutivi alla settimana di restrizione energetica;
➡️ il digiuno 16:8, che prevede il digiuno per 16 ore nella giornata concentrando il nutrimento da alimenti nelle restanti 8 ore.

Il discorso si complica quando si parla di #sport. Il digiuno, in una qualsiasi forma potrebbe alterare lo stato energetico, i recuperi tra le sessioni, favorire un più rapido catabolismo muscolare e alterare il benessere osseo, solo per citare alcuni dei principali rischi. Quindi, meglio evitare? Non proprio. Lo sportivo (non élite) che vuole godere dei benefici metabolici del digiuno potrebbe adottare il “dinner cancelling” una volta a settimana. In altre parole, potrebbe saltare un pasto serale una volta a settimana in un giorno di scarso esercizio fisico o meglio di riposo. Il consiglio, però, è di utilizzare questo metodo solo se nella quotidianità si segua già un’alimentazione bilanciata e che non si soffra di carenze di alcun tipo né si sia soggetti a infortuni frequenti.

Qualunque sia la vostra scelta ricordate che il digiuno deve essere parte di un percorso coerente di modifica dello stile di vita, che come già detto deve essere accompagnato da un’alimentazione sana e bilanciata in macro e micronutrienti, altrimenti, se autogestito, sarà uno sforzo non solo vano ma anche pericoloso.

Foto: Valentina Celeste

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

Write Your Comment

Il mio nuovo libro