A dieta (non) per sport

Posted by Elena Casiraghi 27 febbraio 2013 1 Comment 2092 views

Dieta per sport

Il mercoledì sera la partita di calcetto. E poi la pizza (e birra) con gli amici. Sacrosanta.

Il venerdì fuori a cena con la famiglia. Il sabato sera, dopo l’allenamento, l’aperitivo con gli stuzzichini e le goloserie. Che ce ne scappa sempre una in più. Di goloseria. Ma solo aperitivo perché la domenica la sveglia suona presto per uscire e macinare chilometri, a piedi o in bici come in barca prima di…sedersi a tavola coi parenti. E registrare la presenza davanti alla torta della mamma!

Ma la domenica sera stiamo leggeri.

E ci presentamo al lunedì con qualche chilo in più. Pazzesco!

E puntuali ogni lunedì il buon proposito di iniziare la dieta. Anche se ora che ti convinci è già martedì. Pazienza. E’ sempre un buon giorno per rimboccarsi le maniche e rimettersi in forma.

Avere qualche chilo di massa grassa in più rallenta l’attività della mente e così siamo meno efficienti al lavoro e negli impegni quotidiani e di famiglia.

Avere qualche chilo in più significa poi nuotare pedalare correre remare più lentamente e saltare meno in alto e in lungo.

Ritrovare il peso forma è una necessità. Fisica e mentale.

Il problema però è che spesso vogliamo i risultati subito. E abbracciamo il regime alimentare che ci promette il tutto e subito. Senza preoccuparci se la stategia alimentare di perdita di peso ci aiuta a mantenere la muscolatura e ci preserva la salute.

Ho sentito molti sportivi ed atleti adottare negli ultimi anni regimi alimentari completamente sbagliati e pericolosi. Per la loro prestazione sportiva. Ma soprattutto per la loro salute.

Il più comune? Quello che ti permette di mangiare solo proteine.

Semplice! Fai la spesa e getti nel carrello ogni alimento a base di proteine: pesce, carne bianca e rossa, formaggi magri, uova, hamburger di soia. Forse un po’ caro, economicamente parlando, ma…"tanto tra una settimana smetto perché ho ritrovato il mio peso".

Niente di più errato. E pericoloso.

E le verdure ricche di fibre, sali minerali e sostanze antiossidanti, con un basso apporto calorico e un elevato potere saziante? E la frutta (anch’essa ricca di antiossidanti, di fibre, sali minerali ed energia a lento rilascio ? E i cereali? Ricchi di vitamine ed energia a rapido assorbimento?

Insomma, se mangi solo alimenti a fonte proteica l’energia da dove la prendi? Ma specialmente, come recuperi quella persa per prepararti al successivo allenamento o alla successiva gara?!

E come fai a fare il pieno d sosanze antinfiammatorie come i polifenoli, di cui son ricchi frutta  verdura?!

Per non parlare dei grassi. Nutriente fondamentale per ridurre il rischio di danni muscolari e diminuire i tempi di recupero tra un impegno e l’altro…

Gli studi lo dimostrano: devi garantirti il 30% dell’apporto totale di calorie quotidiane nella tua dieta dai grassi per ridurre il rischio di traumi legati alla pratica sportiva.

Ragioniamo. C’è qualcosa che non va.

C’è uno squilibrio. Di nutrienti.

E questo non va per niente bene. Specialmente per gli sportivi.

Ogni sostanza è presente in natura poiché possiede un compito ben preciso.

I carboidrati e i grassi forniscono energia. Uno negli sforzi intensi a breve durata, l’altro nelle prestazioni più lunghe e meno intense.

Le proteine, invece, sono i mattoni della nostra muscolatura e, più in generale, di tutti i tessuti del nostro organismo. Non dimenticare infatti che anche la cute, le unghie, i capelli, le membrane degli organi sono fatti di proteine. Tutte le proteine, come i componeti di una bicicletta, si usurano. E vanno sostituite.

E se sei un atleta il tuo organismo richiede una quota maggiore di proteine. Una parte per sostituire quelle logorate un'altra parte per aumentare  muscoli stessi quando richiesto e un'ultma parte, negli sport i resistenza, per produrre energia.

Il corpo non riesce a fare il pieno di nessuna sostanza.

Il corpo non riesce a fare a meno di nessuna sostanza.

Ogni cosa va assunta in piccola quantità. Ben distribuita durante tutto l’arco della giornata. In maniera da garantire un miglior assorbimento e soddisfare la richiesta di ogni sostanza vitale dell’organismo.

Di tutto un po’. Poco ma spesso.

Pertanto assumi carboidrati, proteine e grassi in ogni pasto e spuntino. In piccola quantità ma ben distribuiti. Anche se vuoi perdere massa grassa in eccesso.

Per stare bene. Per non deteriorare la tua prestazione sportiva ma ottimizzarla. E per itrovare (e mantenere) il peso forma!

 

Foto: Boguslawsliwinski

 

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

There is 1 Comment

  1. MARGOT
    - 21 agosto 2014
      -   Reply

    Ciao Elena e complimenti per il tuo sito interessantissimo e molto costruttivo!
    A tal proposito ti chiedo un consiglio.
    Ho varcato la soglia dei 40 da poco; pratico sport da 30 anni e un paio d’anni fa ho dovuto sospendere causa infortunio, durante i quali, ahimè, mi sono un po’ “lasciata andare” e ho messo su qualche kg. di troppo; ora ho ripreso a fare sport, gradatamente corricchiando ogni 2-3 giorni con l’obbiettivo di tornare sul campo da tennis, e altrettanto gradatamente vorrei buttare giù questi kg di troppo, anche se mi rendo conto che non è più facile come 20 anni fa.
    Puoi consigliarmi cosa fare e/o assumere contro la fame nervosa? mi capitano spesso degli attacchi dovuti a ansia, stress, stanchezza (da lavoro e da un periodo un po’ difficile)…a qualcuno si chiude la bocca dello stomaco (capitasse anche a me!!) a qualcuno succede il contrario.

    Grazie in anticipo per i consigli che mi vorrai dare.
    Ciao!

Write Your Comment

Seguimi su Twitter

La mia pagina facebook