Alpinismo: cosa mangiare al campo base

Posted by Elena Casiraghi 9 Gennaio 2022 0 Comment 60 views

Oggi al #deejaytrainingcenter su @radiodeejay ci siamo collegati con @hervebarmasse, fermo al campo base sul #NangraParbat in attesa di buone condizioni meteo e di sicurezza per affrontare la salita dalla parete più alta del mondo in stile alpino insieme a @david_goettler .

Una delle domande che gli appassionati di #montagna spesso si pongono è come si mangia al campo base e soprattutto quali sono i nutrienti strategici. Un lavoro, quello della strategia nutrizionale, che con l’#equipeenervit abbiamo sviluppato seguendo l’esperienza e gli studi scientifici. Tre in particolare sono i “must have” per allenare e conservare il benessere anche a quelle quote e in quelle condizioni ambientali:

➡️ Acidi grassi omega 3: tra gli altri benefici possono favorire una migliore sopportazione al freddo; non a caso sono contenuti in più larghe quantità nei pesci dei mari freddi e in numerose alghe che vivono anche nei bassi fondali marini;

➡️ Flavanoli del cacao: possono favorire la capillarizzazione, un beneficio che, oltre ad avere un impatto positivo sulla capacità aerobica, permette una migliore irrorazione dei tessuti periferici, portando a una più alta sopportazione del clima rigido e a una vascolarizzazione dei muscoli;

➡️ Proteine in polvere: possono frenare il fisiologico catabolismo muscolare che la permanenza in alta quota può stimolare per sua natura. L’utilizzo di questo tipo di polvere (anche di origine vegetale) è utile, per esempio, in aggiunta alla prima colazione come altresì un’integrazione di BCAA dopo il pasto serale (e quindi prima del sonno notturno) può contribuire a frenare la perdita di tono e forza muscolare nelle ore di digiuno che seguono.

Se vuoi approfondire l’argomento ti invito a leggere l’articolo di @gazzettadellosport . Clicca QUI

@enervitsport

Foto: Valentina Celeste

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

Write Your Comment

Il mio nuovo libro