Consigli per dormire bene e stare meglio

Posted by Elena Casiraghi 3 Dicembre 2020 1 Comment 1596 views

Hai presente la fastidiosa sensazione di “testa balorda”? A me capita sempre dopo aver trascorso una notte un po’ così, con qualche risveglio di troppo. Basterebbe forse questa affermazione per spiegare che ruolo gioca nella nostra vita il sonno, o meglio il riposo notturno. È questo nostro incredibile alleato che ci consente di recuperare dalle nostre fatiche quotidiane.

Quindi, basta dormire per sentirsi meglio? In realtà, non è proprio così. Non conta, infatti, solo quanto dormiamo ma anche come lo facciamo. Un tempo si era convinti che la qualità del sonno dipendesse esclusivamente dalle attività fisiche e mentali svolte nel corso della giornata, con ovviamente relativi pensieri, preoccupazioni e ansie. Oggi la scienza ci dimostra che accade anche il contrario: come dormiamo influenza la mente e le nostre azioni, ponendo i due eventi in un rapporto di comunicazione biunivoco.

La mente stabilisce come dormiremo e il sonno, a sua volta, influenzerà la mente e, più in generale, il nostro stato di benessere.

Cosa succede quando dormiamo

Dormendo la notte risparmiamo energia. In questa finestra di tempo la spesa energetica si riduce infatti al minimo indispensabile, giusto quello che ci serve per “sopravvivere”. Il nostro corpo prende la maggior parte di energia dal glicogeno epatico. Intaccando questa scorta, quindi, il giorno dopo ci ritroveremo a combattere contro un maggiore desiderio di alimenti ricchi in carboidrati raffinati, istinto naturale e inarrestabile del nostro organismo per ripristinare le riserve. Anche per questo la colazione dovrebbe esser consumata entro un’ora dal risveglio. A patto che non si abbia in programma un allenamento a digiuno, sia chiaro.

La situazione potrebbe complicarsi ulteriormente se non facciamo subito pace con il nostro sonno. La sua alterazione protratta nel tempo, infatti, porta anche uno squilibrio ormonale e a una maggiore sintesi del cortisolo, l’ormone dello stress, che se troppo alto, ci fa sentire nervosi, ci fa ingrassare rapidamente e dimagrire con maggiore difficoltà, ci fa perdere massa e tono muscolare e riduce l’efficienza del sistema immunitario. Non male come quadro, vero?

Dormire, insomma, non è solamente un godimento personale, ma è molto di più. Ed è per questo che bisogna farlo bene.

Le 3 regole base per un buon riposo

Partiamo dall’… ABC per migliorare il nostro riposo e quindi il nostro benessere.

A. Servono, in media, 7-8 ore a notte perché il sonno notturno possa essere davvero ristoratore. C’è, in realtà, chi recupera efficacemente già dopo 6 ore e chi invece ne “richiede” 9. Una cosa però è certa (alla luce di numerosi esperimenti scientifici): chi dorme meno di 6 ore per notte dimostra nei fatti una ridotta efficienza nelle attività lavorative e in quelle sportive del giorno successivo. E, per di più, se a dormire meno di 6 ore è un atleta, il rischio di infortunio da stress è significativamente aumentato.

B. Per ottenere i benefici di un “giusto riposo” devi fare attenzione anche al ritmo del sonno. Vai a dormire sempre alla stessa ora per almeno cinque giorni la settimana. In questo modo acquisirai un’abitudine che migliorerà il tuo benessere fisico e psichico. Un piccolo segreto che mi ha insegnato il Dott. Jacopo Vitale, un vero specialista del sonno.

C. Devi scegliere bene su… cosa dormirai, perché solo un materasso di qualità determina una riduzione del dolore percepito alla schiena e un netto miglioramento del sonno. La scelta va fatta in base alla tua conformazione fisica (peso e altezza) e alle diverse abitudini di riposo (postura nel sonno, differenti sensibilità alle temperature degli ambienti). Opta quindi per un materasso ergonomico, che rispetti cioè la tua colonna vertebrale, assecondandone le curve nelle varie zone (lombare, dorsale e cervicale) e sostenendole con precisione. “Rispetta” le stesse regole per il cuscino. Ricorda, inoltre, che la vita media di un materasso si aggira attorno agli 8-10 anni.

Anche la nutrizione gioca un ruolo fondamentale nel favorire il sonno notturno. Un marginal gain che però ti svelerò prossimamente.

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

There is 1 Comment

Write Your Comment