#roadtopescara

Posted by Elena Casiraghi 7 Giugno 2013 0 Comment 2134 views

P1030824

Road to Pescara 70.3

Mancano due soli giorno al via.

Per chi domenica sarà alla partenza dell’Ironman 70.3 di Pescara, il più è stato fatto.

Ma qualcosa ancora si può fare. Per ottimizzare la prestazione.

La bella stagione, finalmente, da qualche giorno è tornata ad illuminare -e riscaldare- i nostri allenamenti.

Ma una cosa è certa: non ci siamo ancora adattati alle calde temperature.

Il rischio è quello di termoregolarsi con maggior difficoltà. E disidratarsi sarebbe il tempo di un attimo.

Se sei disidratato, la tua capacità prestativa diminuisce. E la tua gara potrebbe diventare una via crucis.

Ad ogni litro di acqua persa corrisponde un aumento della frequenza cardiaca di circa 8 battiti/minuto che, oltretutto, comporta una maggior spesa energetica.

Ma non solo la disidratazione porta un rialzo della temperatura interna del corpo di 0,3 gradi C.

Il consiglio è quello di bere. Oggi e domani. Prima e durante la gara. E’ essenziale. Per sentire meno la fatica e per salvaguardare la nostra salute è importante idratarsi costantemente.

La sola acqua non basta. Ti consiglio di sorseggiare acqua con sali minerali in polvere in concentrazione estremamente diluita.

Ma non è finita. Se farà molto caldo evita di mangiare tra oggi e domani anguria e melone. Questi due frutti, ricchi di potassio ti saranno favorevoli per recuperare dopo la gara. Se consumati prima, invece, potrebbero indurti più facilmente a crampi muscolari.

L’ultimo accorgimento si chiama magnesio. Assumine una bustina in polvere disciolta in un bicchier d’acqua prima di coricarti quetsa sera e domani sera. Aiuterà i tuoi muscoli a ricaricarsi e la tua mente a godere di un sonno notturno efficace.

E, infine, ricordati di…non mollare mai!!

 

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

Write Your Comment

La mia pagina facebook

Post