Long Covid e brain fog: cosa dice la scienza

Posted by Elena Casiraghi 6 Giugno 2022 0 Comment 56 views

Il #longcovid può essere definito come l’insieme dei disturbi e delle manifestazioni cliniche che persistono dopo l’infezione da Sars-Cov-2; rappresenta una specie di continuum della malattia, che può provocare conseguenze sanitarie di vario livello. Veri e propri strascichi del #Covid .

Affaticamento, astenia, debolezza muscolare, perdita di tono e forza, riduzione dell’appetito, confusione mentale e memoria labile. Sintomatologie che proprio per il loro impatto anche a livello cognitivo sono state definite come #brainfog , nebbia mentale.

L’accumulo e la forza di prove scientifiche sono sempre più convincenti e iniziano a mostrare il possibile meccanismo d’azione (infiammazione irrisolta). Alla luce di questo è possibile iniziare a ipotizzare un supporto anche nutrizionale.

Vi racconto di più in questo carosello.

About Elena Casiraghi

View all post by Elena Casiraghi

Write Your Comment

Il mio nuovo libro